Sport e nutrizione

Le tre tappe fondamentali di benessere: corretta e sana alimentazione, buona idratazione e costante attività fisica

L'attività fisica costante e un'adeguata alimentazione dovrebbero essere alla base del nostro stile di vita quotidiano per prevenire obesità e le relative malattie cardiovascolari.

Idratazione

Una persona, normalmente, dovrebbe idratarsi in quanto il corpo umano è composto per il 70% di acqua e mediamente in una giornata si perdono almeno mezzo litro di liquidi anche senza sudare eccessivamente, quindi per stare al meglio bisognerebbe bere circa 2 litri di acqua al giorno.

L'assunzione di proteine

È necessario, inoltre, assumere le proteine nella quantità di un grammo per ogni chilogrammo di peso corporeo ripartite in tutti i pasti per permettere alla massa magra di svilupparsi correttamente: le migliori fonti di proteine sono i cibi con pochi grassi (petto di pollo e di tacchino, albume d'uovo, pesce, molluschi, latticini a basso contenuto di grassi) che abbinate ad un costante esercizio fisico contribuiscono oltre al rafforzamento della massa muscolare alla riparazione dei tessuti.

Cereali e grassi

Un ruolo determinante viene svolto anche dai cereali e dai grassi: i primi, ricchi di fibre, sono costituiti da un involucro esterno di fibra, una parte interna di amido e un germe centrale a base di proteine e forniscono energia a lento rilascio dando un senso di sazietà prolungato.

I grassi si dividono in buoni e cattivi e svolgono varie funzioni all'interno dell'organismo umano:

energetica, costituiscono la fonte di energia maggiormente concentrata presente nella dieta, di deposito, vengono accumulati in diversi punti dell'organismo per costituire delle riserve di energia, plastica, costituiscono la struttura di tutti i tessuti dell'organismo, protettiva, i depositi di grassi circondano i principali organi (cuore, fegato e reni) e hanno il compito di proteggerli nella loro sede e inoltre uno strato di grasso sottocutaneo protegge il corpo dai cambiamenti della temperatura dell'ambiente; l'ultima funzione dei grassi è quella veicolante perchè sono i vettori per le vitamine liposolubili e favoriscono l'assorbimento della vitamina "D" rendendo disponibile all'organismo il calcio, minerale necessario per la salute di ossa e denti.

I grassi buoni sono presenti nella frutta con il guscio, nell'avocado, nell'olio d'oliva e nel pesce e sono quelli che si possono consumare; i grassi cattivi, possibilmente da limitare sono: lardo, burro, maionese, margarina, cibi conditi con sughi e salse.

L'ossido nitrico

Oltre a queste nozioni di base, bisogna considerare un elemento molto importante per la salute: l'ossido nitrico. Esso è un gas prodotto naturalmente dal nostro corpo a livello dell'endotelio: permette di aumentare la capacità cardiovascolare e la circolazione facilitando il trasporto di ossigeno e nutrienti alle cellule, inoltre aiuta le cellule stesse a liberarsi dei prodotti di scarto, regola il tono muscolare dei vasi sanguigni garantendo una ottimale pressione arteriosa ed evita la formazione di coaguli all'interno che possono provocare trombi, infarti ed ictus; aiuta il sistema immunitario a combattere minacce come batteri, virus e parassiti inoltre svolge un ruolo molto importante anche come antinfiammatorio dopo l'attività fisica.

Questa importante molecola è la protagonista assoluta della nostra salute e della forma fisica però alcuni fattori quali età, sedentarietà, dieta e stress possono influenzare le capacità del corpo di produrlo.

Con l'avanzare degli anni l'organismo perde parte della propria capacità di produrlo probabilmente a causa di un danneggiamento nel corso del tempo del tessuto endoteliale; non fare esercizio fisico limita il rilascio di questo gas all'interno dei vasi sanguigni, contrariamente l'attività fisica regolare (anche una camminata di 30 minuti ogni giorno) e una dieta equilibrata con anti ossidanti (frutta e verdura) aiutano la produzione di ossido nitrico.

comments powered by Disqus
SportBrain è su Facebook: visita la nostra pagina SportBrain è su Twitter: visita la nostra pagina SportBrain è su G+: visita la nostra pagina